21.08.2017

Sistemi di Informazioni Creditizie (SIC): ecco come ottenere la cancellazione

Scopriamo come ottenere la cancellazione dai Sistemi Informazioni Creditizie (SIC) e dall’elenco dei cattivi pagatori.

cancellazione-dal-sicNon riuscire a tenere il passo con le scadenze di pagamento su mutui, leasing o finanziamenti, anche per una sola volta, comporta per i debitori una segnalazione alla Centrale Rischi Finanziari (CRIF), la banca dati che gestisce le informazioni creditizie di aziende e privati segnalando l’affidabilità e il grado di solvibilità di ogni soggetto. Ma l’elenco dei cattivi pagatori gestito dalla Banca d’Italia non è l’unico sistema di segnalazione di affidabilità creditizia nella quale possono essere iscritti. Scopriamo cos’è e come ottenere la cancellazione dai  Sistemi di Informazioni Creditizie (SIC).

Cosa sono i Sistemi di Informazioni Creditizie (SIC)

Abbiamo già approfondito in precedenza cos’è la Centrale Rischi Finanziari (CRIF) della Banca d’Italia e come cancellarsi. Analogamente al sistema gestito dalla Banca d’Italia, i Sistemi di Informazioni Creditizie (SIC), una volta conosciute come “Centrali Rischi Private”, sono banche dati private – gestite direttamente da banche e enti finanziari – che gestiscono le informazioni relative ai rapporti di credito di questi istituti con i soggetti privati. Di fatto, dunque, i Sistemi di Informazioni Creditizie (SIC) raccolgono la storia creditizia di chiunque ha richiesto un mutuo, un finanziamento o un leasing, raccogliendo tutte le informazioni (andamento e puntualità dei pagamenti, esposizione debitoria, assegni scoperti emessi, finanziamenti non concessi) utili a determinare l’affidabilità del soggetto creditizio per le singole banche o società finanziarie, prima di stipulare un nuovo contratto di finanziamento.

Come ottenere la cancellazione dal SIC

Essere segnalati nei Sistemi di Informazioni Creditizie (SIC) significa oggi essere iscritti nelle “liste nere” di banche e finanziarie come cattivi pagatori, ovvero come scarsamente affidabili e con bassa capacità di rimborso dei crediti, con inevitabili rifiuti ad ogni richiesta di accesso al credito, compresa la disponibilità di carte e libretti di assegni. La cancellazione dei dati negativi dal SIC avviene di solito automaticamente in un periodo di tempo che va dai 12 ai 36 mesi dalla cessazione dello stato di insolvenza. Ma, se la segnalazione non dovesse venire cancellata  entro i tempi previsti, allora è possibile chiedere la rettifica della segnalazione di cattivo pagatore con un ricorso all’Arbitro Bancario Finanziario o un provvedimento d’urgenza in Tribunale ai sensi dell’art. 700 c.p.c.. Affidandovi alla consulenza di avvocati esperti in diritto bancario e finanziario, potrete ottenere la cancellazione dal SIC e dall’elenco dei cattivi pagatori nel più breve tempo possibile.
Per ottenere la cancellazione dai Sistemi di Informazioni Creditizie (SIC)  potete quindi affidarvi alla consulenza dei professionisti specializzati in diritto bancario di GMB Finance, che attraverso una analisi gratuita e non vincolante dei contratti bancari alla base della segnalazione, possono fornirvi una consulenza volta a verificare l’eventuale recupero degli interessi illegittimi per sanare il debito, e quindi ottenere la conseguente cancellazione dalla centrale di rischi.

link to page

Servizi per aziende

Scopri come possiamo aiutare la tua azienda a stabilire un rapporto paritario con le istituzioni bancarie.

 
link to page

Servizi per privati

Scopri come i nostri esperti controllano la regolarità dei vostri contratti bancari per ricercare anomalie.

 

© GMB Finance Solutions S.r.l. - P.Iva 12751211009 - gmb@gmbfinance.it