Contratto di prestito personale irregolare

Sai che se nel tuo contratto di prestito personale o finanziamento vi sono delle irregolarità potresti aver diritto ad un rimborso dalla tua banca?

RICHIEDI IL TUO STUDIO DI FATTIBILITA

3 su 4

Per la nostra esperienza tre contratti su quattro sono irregolari,
ed è possibile ottenere fino a € 8.000 ogni € 20.000 erogati!

 

Verificarlo è semplice!

Ti diamo la possibilità di richiedere
uno studio di fattibilità gratuito.

Dovrai solamente inviarci:

  • il contratto di prestito personale
  • il documento di sintesi
  • l’Assicurazione
1

In 15 giorni il nostro team eseguirà un’analisi preliminare e un nostro consulente ti contatterà per illustrarti le eventuali irregolarità rilevate e il rimborso che è possibile richiedere.

2

Dopo aver ricevuto mandato da parte tua procederemo con una perizia tecnica e contatteremo la tua banca per discutere un accordo o avviare il ricorso.

3

Non hai i documenti?

Non preoccuparti, ci pensiamo noi gratuitamente a richiederli alla tua banca.
E’ possibile richiedere un rimborso su contratti chiusi fino a 10 anni fa!

Richiedi il tuo studio di fattibilità

Compila il form inviandoci tutte le informazioni necessarie e il nostro team eseguirà un’analisi preliminare, in seguito un nostro consulente ti contatterà per maggiori dettagli.



Cliccando su 'INVIA' si accettano tutti i termini e le condizioni della privacy policy.

Ecco come Funziona

Sai che se nel tuo contratto di prestito personale vi sono delle irregolarità potresti aver diritto ad un rimborso dalla tua banca? Per la nostra esperienza 3 prestiti su 4 sono irregolari, ed è possibile ottenere fino a € 8.000 ogni € 20.000 erogati!

Sono numerose le decisioni dell’Arbitro Bancario Finanziario (ABF) a favore dei clienti per la mancata o inesatta indicazione del TAEG nel contratto di prestito personale. In Italia, a partire dalla legge n. 142 del 19 febbraio 1992, le Banche e le Finanziarie sono obbligate ad indicare il TAEG per tutti i contratti di prestito personale stipulati con consumatori.

La Corte di Giustizia Europea (sentenza n. 15.3.2012 C 453/10) ha dichiarato che la pratica di dichiarare un TAEG errato costituisce pratica di pubblicità ingannevole.

In base all’art. 125-bis del TUB nel caso in cui la banca indichi un TAEG errato, la clausola è nulla ed il cliente può rimborsare l'intero finanziamento ai tassi BOT dell’epoca (ricordiamo che i Buoni Ordinari del Tesoro rappresentano i tassi con cui si indebita la Repubblica Italiana) e richiedere la restituzione delle commissioni e delle spese sostenute.

Pertanto, per tutte le rate pregresse la banca/finanziaria dovrà corrispondere al cliente la somma derivante dalla differenza tra il tasso effettivamente pagato (TAN) ed il tasso BOT (quest’ultimo generalmente inferiore del 70%-80%), mentre per quanto concerne le rate future esse dovranno corrispondersi non più al tasso contrattualizzato bensì al tasso BOT dell’epoca. In aggiunta il cliente il cliente ha diritto alla restituzione delle spese e delle commissioni convenute in sede di stipula del finanziamento.

Da un campione di oltre 5.000 contratti analizzati, tre contratti su quattro risultano irregolari per tali anomalie.

Se nel tuo prestito personale, o cessione del quinto, sono presenti tali criticità, potresti richiedere:

  • la restituzione degli interessi pagati in eccesso;
  • la rivalutazione degli interessi già corrisposti;
  • riduzione delle rate future;
  • la restituzione delle spese e delle commissioni corrisposte in sede di stipula del finanziamento.

Verificarlo è semplice, e ti diamo la possibilità di richiedere uno studio di fattibilità gratuito e senza impegno. Dovrai solamente inviarci:

  • il contratto di prestito personale o cessione del quinto;
  • il documento di sintesi;
  • l’assicurazione.

In 15 giorni il nostro team di analisti finanziari eseguirà un’analisi preliminare, gratuita e non vincolante, volta alla verifica di dette criticità, e un nostro consulente ti contatterà per illustrarti le eventuali irregolarità rilevate e l’ammontare del rimborso che è possibile richiedere.

Dopo aver ricevuto mandato da parte tua i nostri analisti procederanno con una perizia tecnico - finanziaria: si tratta di un dossier elaborato in cui vengono messi in evidenza tutti gli elementi di mala gestio della banca, in violazione alle norme primarie e secondarie. Sulla base dei risultati ottenuti dalla perizia, GMB Finance provvederà a redigere una lettera di reclamo, che verrà inviato all’ufficio preposto dell’Istituto, avviando così la fase di negoziazione e trattativa stragiudiziale, finalizzata ad ottenere un accordo bonario con l’Intermediario. Qualora la trattativa non dovesse andare a buon fine, la banca rigetta il reclamo oppure offre una cifra insoddisfacente per il cliente, l’ufficio legale della GMB Finance provvederà a depositare il ricorso presso l’Arbitro Bancario Finanziario (ABF).

L’ABF è un sistema stragiudiziale di risoluzione delle controversie, di tipo decisorio, alternativo rispetto alla giustizia ordinaria, introdotto nel 2009 dalla Banca d’Italia.

Le pronunce dell’Arbitro (lodi) non sono sentenze e non vincolano giuridicamente né il cliente né l’intermediario, lasciando ferma per entrambi la possibilità di rimettere la controversia all’esame del giudice civile, ma ad oggi nella quasi totalità delle decisioni prese contro gli intermediari sono state da questi rispettate (su oltre 13.000 decisioni dei Collegi oltre il 99 per cento sono state rispettate dagli intermediari).

I tempi di decisione dell’ABF sono molto rapidi, se equiparati ai tempi della giustizia ordinaria: dopo avere avviato il ricorso presso la segreteria tecnica competente l’intermediario ha a disposizione al massimo 45 giorni per inviare alla stessa Segreteria le proprie controdeduzioni. Il Collegio prende la sua decisione entro 60 giorni dalla data in cui la Segreteria tecnica ha ricevuto le controdeduzioni dall’intermediario, oppure dalla data di scadenza del termine per presentarle. Il ricorso è deciso esclusivamente sulla base della documentazione raccolta durante la fase preparatoria e la decisione è presa a maggioranza ed è sempre motivata. La Segreteria tecnica comunica alle parti la decisione completa della motivazione entro 30 giorni.

*valido solo per i prestiti personali sottoscritti a partire dal 19.10.2010.

Vantaggi dei servizi per privati

GMB Finance mette a vostra disposizione i suoi professionisti e la sua esperienza per valutare, attraverso uno studio di fattibilità gratuito e senza impegno, la regolarità dei vostri contratti bancari. Solo se verranno riscontrate anomalie potranno essere prospettate delle possibili azioni di recupero.

link to page

Servizi per aziende

Scopri come possiamo aiutare la tua azienda a stabilire un rapporto paritario con le istituzioni bancarie.

 
link to page

Servizi per privati

Scopri come i nostri esperti controllano la regolarità dei vostri contratti bancari per ricercare anomalie.

 

I nostri clienti dicono

"Grazie a GMB Finance ho scoperto che il mio mutuo era irregolare e che posso recuperare € 40.000!"

Maria G.

"La banca aveva chiesto il rientro dei miei affidamenti. Grazie a GMB Finance ho ottenuto un piano di rientro sostenibile, e posso portare avanti l’attività della mia impresa. "

Matteo F.

"Avevo una cessione del quinto rinegoziata. Con GMB Finance ho recuperato le spese di assicurazione e ho potuto regalare una vacanza a mia figlia! "

Giancarlo A.

"Con GMB Finance ho scoperto che il mio prestito personale era irregolare e ho recuperato € 6.000!"

Laura C.

"La mia azienda aveva perso 200.000 euro in derivati. GMB Finance mi ha permesso di trovare un accordo transattivo con la banca e recuperare gran parte delle perdite."

Mario G.

"GMB Finance ha trovato il modo per oppormi al decreto ingiuntivo sul leasing del mio capannone ed ora sto rinegoziando il canone con l’istituto!"

Luigi F.

"La mia casa rischiava di essere venduta all’asta: GMB Finance mi ha permesso di trovare un accordo con la banca e ho salvato l’immobile."

Luca O.

"Ho comprato l’auto con un finanziamento: con GMB Finance ho scoperto che era irregolare e ho recuperato € 8.000."

Franco E.
 

Approfondimenti

Scopri i nostri studi e considerazioni su prodotti o situazioni dei mercati bancari e finanziari.

link to page
18.10.2018

Debito bancario di € 58.050: stralciato a € 14.000!

Una piccola impresa romana ottiene uno stralcio del proprio scoperto bancario con l’intervento dei legali di GMB Finance.

 
link to page
17.10.2018

Cessione del quinto estinta anticipatamente? GMB Finance recupera €7.116!

Segui l’esempio di Francesco, Simone, Eleonora e Claudio: affidati a GMB Finance e senza anticipare alcun costo potrai recuperare i ratei non goduti nella tua cessione del quinto rinegoziata o estinta anticipatamente!

 
link to page
01.10.2018

Hai rinegoziato la cessione del quinto? Scopri se puoi recuperare commissioni e spese!

3 cessioni su 4 risultano irregolari, ed è possibile ottenere fino a € 2.500 per ogni cessione del quinto rinegoziata!
 

 
link to page
15.05.2018

La banca ha notificato un decreto ingiuntivo? Scopri come difenderti

La perizia tecnica sul contratto bancario può essere lo strumento per opporsi al decreto ingiuntivo, e abbattere il saldo debitore.

 

© GMB Finance Solutions S.r.l. - P.Iva 12751211009 - gmb@gmbfinance.it