15.01.2018

L’indeterminatezza della clausola contrattuale nei contratti bancari

Analizziamo la questione dell’indeterminatezza delle clausola contrattuale nei contratti bancari: ecco cosa prevede la legge e cosa fare.

indeterminatezza-clausola-contrattualeL’indeterminatezza delle clausole di definizione degli interessi nei contratti bancari è una delle questioni più controverse e discusse nell’ambito del diritto bancario: parliamo di clausole suscettibili di divergenze interpretative e applicative a causa di formule finanziarie poco chiare e non ben determinate. Ma l’orientamento della giurisprudenza in materia è chiaro: gli addebiti generici effettuati dagli istituti di credito sono nulli per indeterminatezza o indeterminabilità del loro oggetto. Ma scopriamo quali sono i criteri che determinano la nullità per indeterminatezze delle clausole nei contratti bancari.

La disciplina normativa dell’ indeterminatezza delle clausole contrattuali

L’indeterminatezza delle clausole contrattuali è disciplinata dall’art. 1346 c.c., secondo cui “l’oggetto del contratto deve essere possibile, lecito, determinato o determinabile”. In buona sostanza, le condizioni economiche che le parti hanno pattuito dall’inizio sono nulle se non possono essere determinabili in base a criteri legali o convenzionali. Spetta invece all’art. 1284 c.c. specificare le conseguenze della violazione: “gli interessi superiori alla misura legale devono essere determinati per iscritto, altrimenti sono dovuti nella misura legale”. In definitiva, la mancata indicazione nelle condizioni pattuite del contratto bancario di una metodologia di calcolo dei tassi di interesse chiara ed univoca non comporta la nullità dell’intero contratto, ma solo delle clausole in questione, e gli interessi sono dovuti nella misura legale.

Quali clausole contrattuali generano indeterminatezza?

Ma quali sono le clausole e le condizioni che non devono essere omesse o indicate in maniera generica per non originare indeterminatezza? A fare chiarezza interviene l’art.117 del Testo Unico Bancario, per cui i contratti bancari devono quindi indicare tasso d’interesse e ogni altro prezzo e condizione praticati, compresi gli eventuali maggiori oneri in caso di mora e quelli che determinano condizioni più sfavorevoli rispetto a quelle pubblicizzate.

Il risarcimento degli interessi per indeterminatezza delle clausole contrattuali

In definitiva, l’indeterminatezza delle clausole contrattuali determina la nullità degli interessi e la conseguente applicazione di un tasso sostitutivo. Gli esperti in diritto bancario e finanziario di GMB Finance possono eseguire un’analisi – gratuita e non vincolante - dei vostri contratti bancari, sia sotto il profilo legale che sotto il profilo tecnico finanziario, per individuare eventuali irregolarità e accompagnarvi nel percorso legale per il recupero degli interessi illegittimamente versati.

link to page

Servizi per aziende

Scopri come possiamo aiutare la tua azienda a stabilire un rapporto paritario con le istituzioni bancarie.

 
link to page

Servizi per privati

Scopri come i nostri esperti controllano la regolarità dei vostri contratti bancari per ricercare anomalie.

 

© GMB Finance Solutions S.r.l. - P.Iva 12751211009 - gmb@gmbfinance.it