04.10.2017

Pubblicità ingannevole e risarcimento del danno: ecco come fare denuncia

Pubblicità ingannevole e risarcimento del danno: ecco quando una pubblicità è ingannevole e come fare denuncia.

Accade molto più spesso di quanto si possa pensare che nei contratto di mutuo o di prestito personale siano presenti delle irregolarità – come dichiarare un TAEG errato – che inducono illecitamente chi li sottoscrive a pagare molto di più di quanto dovuto. Una delle pratiche più diffuse è proprio quella della pubblicità ingannevole su mutui, prestiti e finanziamenti. Dopo aver approfondito che cos’è la pubblicità ingannevole, chiariamo meglio la questione del risarcimento del danno.

Quando una pubblicità è ingannevole

Sia in Italia, attraverso la delibera CICR 286 del 4 marzo del 2003, che in Europa attraverso la direttiva 84/450/CEE, è stato imposto l’obbligo per le banche di dichiarare un Indicatore Sintetico di Costo in tutti i contratti di mutuo o finanziamento. Nel momento in cui le banche dichiarano un ISC o TAEG più basso rispetto a quello reale si presenta una pubblicità ingannevole in capo al cliente.  In sostanza, una pubblicità è ingannevole quando veicola delle informazioni errate – per esempio enfatizzando la convenienza di un’offerta – che potrebbero condizionare le nostre scelte.

Pubblicità ingannevole e risarcimento dei danni

In base all’art. 117 e 125-bis del Testo Unico Bancario, nel caso in cui la banca indichi un TAEG (Tasso Annuo Effettivo Globale) o un ISC (Indicatore Sintetico di Costo) errato, la clausola è nulla ed il cliente può ottenere il risarcimento dell’intero finanziamento ai tassi BOT dell’epoca in cui è stato sottoscritto e la restituzione delle commissioni e delle spese sostenute. In caso di pubblicità ingannevole, è necessario stabilire anche in che modo abbia causato un danno extracontrattuale. In ogni caso, per ottenere il risarcimento dei danni da pubblicità ingannevole, il consumatore deve rivolgersi al giudice ordinario o presso l’Arbitro Bancario Finanziario (ABF) per ottenere in sede giudiziale il risarcimento del danno subito.

Come fare denuncia

Per denunciare un caso di  pubblicità ingannevole e ottenere un risarcimento dei danni potete affidarvi alla consulenza legale della GMB Finance: gli esperti in diritto bancario e finanziario valuteranno se i contratti di mutuo, prestito e sono viziati da pubblicità ingannevole e altre eventuali irregolarità, calcolando gratuitamente il rimborso che è possibile richiedere.

link to page

Servizi per aziende

Scopri come possiamo aiutare la tua azienda a stabilire un rapporto paritario con le istituzioni bancarie.

 
link to page

Servizi per privati

Scopri come i nostri esperti controllano la regolarità dei vostri contratti bancari per ricercare anomalie.

 

© GMB Finance Solutions S.r.l. - P.Iva 12751211009 - gmb@gmbfinance.it