08.03.2021

Azienda di cosmetica recupera € 56.984 per irregolarità nei conti correnti estinti

Storica azienda salernitana operante nel settore della cosmetica recupera € 56.984 per anatocismo sui conti correnti affidati

La società salernitana, operante nel settore della cosmetica da oltre 50 anni, ci ha contattato per verificare la regolarità di due conti correnti affidati aperti nel 2001 ed estinti rispettivamente nel 2009 e nel 2016.
La perizia tecnica eseguita dagli analisti finanziari di GMB Finance ha fatto emergere come, nel corso degli anni, il rapporto sia stato viziato da numerose criticità, che ne hanno alterato l’operato. In particolare, è stata riscontrata la presenza di anatocismo, che ha contribuito ad aggravare lo squilibrio finanziario della società nei confronti della banca, la quale ha addebitato interessi in eccesso, rispetto a quanto avrebbe dovuto essere addebitato secondo i precetti stabiliti dalla legge. La perizia ha inoltro riscontrato l’applicazione di commissioni di massimo scoperto illegittime, vale a dire non pattuite contrattualmente, commissioni che non rivestono i requisiti della determinatezza o determinabilità dell’onere aggiuntivo che viene ad imporsi al cliente. Ma soprattutto, alla base di tali affidamenti non era presente un contratto originario con specifica pattuizione in forma scritta delle modalità di calcolo degli interessi debitori e la capitalizzazione degli interessi a debito e a credito, facendo così venir meno, da un lato, il requisito di determinatezza con conseguente violazione degli articoli 1346 e 1284 c.c. e, dall’altro, quanto disposto dall’art. 117 del TUB.

Non essendo stato raggiunto un accordo in fase stragiudiziale, i legali specializzati in diritto bancario e societario della GMB Finance hanno notificato l’atto di citazione, e il giudice ha richiesto una CTU contabile. La sentenza ha confermato i risultati della ctu e ha riconosciuto un saldo creditore a favore della società per € 56.984, confermando i risultati evidenziati dalle perizie tecniche.

***

Verificare la corretta applicazione degli interessi nel proprio contratto di conto corrente è indispensabile per difendersi dalle pratiche illegittime delle banche. Gli specialisti in diritto bancario e finanziario di GMB Finance possono fornirvi uno studio di fattibilità preliminare, gratuito e non vincolante, volto a verificare i tassi di interesse applicati nei contratti di conto corrente, per stabilirne la correttezza, e quantificare l’ammontare di eventuali interessi illegittimi da poter contestare alla propria banca.

La perizia tecnica di GMB Finance è il valido strumento che può permettervi di ottenere un confronto equo ed un rapporto paritario con la vostra banca, a tutela del vostro patrimonio e dei vostri diritti. È possibile recuperare gli interessi sul conto corrente fino a 10 anni dall'estinzione, a prescindere dall'anno di apertura dello stesso.

Per richiedere uno studio di fattibilità gratuito e non vincolante sui contratti bancari della tua azienda, e scoprire se hai diritto ad un rimborso, contatta lo 06.8540346 oppure invia una e-mail a gmb@gmbfinance.it
Non hai i documenti? Non preoccuparti: ci pensiamo noi, gratuitamente, a richiederli alla tua banca.

© GMB Finance Solutions S.r.l. - P.Iva 12751211009 - gmb@gmbfinance.it