<-! Iubenda -->
17.11.2021

Negozio romano di arredo bagno recupera € 28.000 per anatocismo

Negoziante romano di mobilio arredo bagno recupera € 28.000 in mediazione sul conto corrente affidato viziato da anatocismo.

Uno storico negoziante romano operante nel settore degli arredamenti per bagni ci ha contattato per far analizzare il contratto di conto corrente affidato risalente ai primi anni del 2000.

La perizia tecnica eseguita dagli analisti finanziari di GMB Finance ha fatto emergere come, nel corso degli anni, il rapporto sia stato viziato da numerose criticità, che ne hanno alterato l’operato. In particolare, il saldo del conto corrente è stato alterato dalla presenza di anatocismo, dal momento che la banca nel corso degli anni ha addebitato gli interessi debitori sotto un regime di capitalizzazione composta trimestrale, mentre avrebbe dovuto utilizzare la capitalizzazione semplice, secondo la quale non vengono addebitati interessi prodotti sugli interessi. In aggiunta la perizia tecnica della GMB Finance ha evidenziato come, fino ai primi anni del 2000, non risulterebbe alcun contratto di concessione di linee di credito riportante l’importo e il tasso del credito. Di conseguenza, l’applicazione di interessi passivi sull’affidamento risulta illegittima, e gli interessi corrisposti sono stati ricalcolati al tasso sostitutivo BOT previsto dall’art. 117 T.U.B. comma 7 lettera A).  Gli analisti della GMB Finance hanno inoltre riscontrato l’applicazione di commissioni di massimo scoperto illegittime, vale a dire non pattuite contrattualmente, commissioni che non rivestono i requisiti della determinatezza o determinabilità dell’onere aggiuntivo che viene ad imporsi al cliente.

Non essendo stato raggiunto un accordo con l’invio di un formale reclamo all’istituto bancario, i legali della GMB Finance hanno avviato il procedimento di mediazione civile obbligatoria, anticamera della causa, introdotta dal D.lgs 28/2010 e avente carattere di procedibilità giudiziaria. In questa sede si è ottenuto un accordo bonario con la banca, permettendo all’imprenditore di recuperare € 28.000.
 

***

Verificare la corretta applicazione degli interessi nel proprio contratto di conto corrente è indispensabile per difendersi dalle pratiche illegittime delle banche. Gli specialisti in diritto bancario e finanziario di GMB Finance possono fornirvi uno studio di fattibilità preliminare, gratuito e non vincolante, volto a verificare i tassi di interesse applicati nei contratti di conto corrente, per stabilirne la correttezza, e quantificare l’ammontare di eventuali interessi illegittimi da poter contestare alla propria banca.

La perizia tecnica di GMB Finance è il valido strumento che può permettervi di ottenere un confronto equo ed un rapporto paritario con la vostra banca, a tutela del vostro patrimonio e dei vostri diritti. È possibile recuperare gli interessi sul conto corrente fino a 10 anni dall'estinzione, a prescindere dall'anno di apertura dello stesso.

Per richiedere uno studio di fattibilità gratuito e non vincolante sui contratti bancari della tua azienda, e scoprire se hai diritto ad un rimborso, contatta lo 06.8540346 oppure invia una e-mail a gmb@gmbfinance.it
Non hai i documenti? Non preoccuparti: ci pensiamo noi, gratuitamente, a richiederli alla tua banca.

© GMB Finance Solutions S.r.l. - P.Iva 12751211009 - gmb@gmbfinance.it