15.11.2021

Piano di risoluzione dei debiti

Trova un accordo con la tua banca se non riesci più a pagare le rate del mutuo o finanziamento

Sono sempre di più le famiglie che accumulano rate arretrate con banche e finanziarie; chi ha visto la propria attività chiusa per mesi e mesi a casa del lockdown, chi è stato messo in cassa integrazione, chi ha definitivamente perso il proprio lavoro: tutte queste persone hanno fatto - e continuano a fare - fatica a pagare con regolarità i propri debiti bancari, commisurati ad uno stile di vita che oggi, a causa del cambiamento dato dalla pandemia, non appartiene più loro. Molte famiglie pur di pagare tutte le rate dei finanziamenti accumulati nel tempo non riescono più a fare una vita dignitosa, si privano di qualsiasi cosa non sia vitale per la propria sussistenza e nonostante questo faticano ad arrivare alla fine del mese. Esiste però una via d’uscita, che consente al debitore di ritrovare la serenità perduta e ripulire la propria situazione bancaria.

Il piano di risoluzione dei debiti

Moltissime famiglie italiane vivono questo periodo storico con grande difficoltà a causa dei debiti bancari e non sanno che oggi esiste la possibilità di uscire dall’incubo dei propri debiti, legalmente e a testa alta. Il piano di ristrutturazione dei debiti del consumatore rientra tra le procedure di composizione della crisi e si applica al consumatore che si ritrova, appunto, in uno stato di sovraindebitamento, vale a dire in una “situazione di perdurante squilibrio tra le obbligazioni assunte e il patrimonio prontamente liquidabile per farvi fronte, che determina la rilevante difficoltà di adempiere le proprie obbligazioni, ovvero la definitiva incapacità di adempierle regolarmente”, così come definita dalla Legge 3/2012. Questo strumento permette di favorire l’esdebitazione dei soggetti non fallibili, quale il consumatore, perché non è richiesta l’approvazione dei creditori ai fini dell’omologazione; difatti, il Piano del Consumatore deve essere approvato esclusivamente dal Giudice, il quale valuterà se ci sono i presupposti per ridurre o cancellare il debito, e non anche dai creditori. Inoltre, i crediti che non possono essere soddisfatti – se il piano viene approvato – diventano inesigibili. Grazie a questo strumento il consumatore sommerso dai debiti può accedere a nuove opportunità nel mondo del lavoro, liberandosi da un peso che rischia di divenire insostenibile e di precludergli ogni prospettiva futura.

Come trovare un accordo con la propria banca

Quando si è in difficoltà perché si hanno troppi debiti con la propria banca o finanziaria è bene rivolgersi subito a dei professionisti in ambito di diritto bancario e finanziario. Solo attraverso degli specialisti del debito, infatti, sarà possibile fare un’attenta analisi della situazione patrimoniale e debitoria e verificare se la soluzione più efficiente sia accedere alla legge 3/2012 sul sovraindebitamento, o se, al contrario, sia più efficace ricorrere ad altre tipologie di soluzioni, più rapide rispetto alla legge sull’esdebitazione, quali gli accordi di saldo a stralcio o di piani di rientro. Anche in questi casi però è sempre consigliato rivolgersi a dei professionisti del settore, che sappiano anzitutto analizzare i contratti di mutuo o finanziamento alla base del debito, verificare se sussistono delle criticità, e intavolare delle trattative negoziali con la banca.

I professionisti di GMB Finance sono da anni al tuo fianco per aiutarti a gestire il rapporto con la banca in relazione alle esposizioni creditizie deteriorate, e trovare una soluzione con la controparte che possa essere sostenibile nel tempo e commisurata alle tue specifiche esigenze.

Chiama allo 06.8540346, o scrivi a gmb@gmbfinance.it per ottenere assistenza se hai troppi debiti con la tua banca!

© GMB Finance Solutions S.r.l. - P.Iva 12751211009 - gmb@gmbfinance.it